Chi può praticarlo

3Il torrentismo è per tutti? 

Il torrentismo, come qualunque altra attività sportiva, ha diversi livelli di difficoltà. Fermo restando che facile e difficile sono definizioni soggettive, e che inoltre non è possibile descrivere tutte le possibili condizioni e combinazioni ambientali che concorrono a rendere più o meno complicata la discesa di una forra, a tal proposito si può accedere a dei corsi di specializzazione, che progressivamente, ci possono fornire una adeguata preparazione ed esperienza per poterlo praticare in maniera autonoma.

Obbligatorio saper nuotare?

Per praticare il canyoning è necessario saper nuotare. Ci sono infatti forre dove la profondità di vasche d’acqua e laghetti è superiore all’altezza di un uomo e quindi per il superamento di queste è necessario una discreta capacità natatoria, in altri casi, sono sufficientemente basse da poter essere attraversate semplicemente camminando.

E’ faticoso? 

Trattandosi di una attività che in alcuni casi si svolge con avvicinamenti abbastanza lunghi e con notevoli dislivelli, ed in gran parte all’interno della forra, fare canyoning non è come andare a fare una lunghissima passeggiata di qualche ora. Ci si stanca. Molto dipende però dal grado di allenamento delle persone.

La scelta delle forre in tutti i casi, va fatta considerando diversi fattori, tra i quali la preparazione fisica dei partecipanti, in modo da scegliere il percorso commisurato alle capacità del gruppo.

Le calate con la corda 

Soffrite di vertigini e il vuoto vi mette in agitazione?  Si sperimenta l’approccio andando per gradi attraverso un avvicinamento alla pratica, che ci permette di capire se siamo in grado di proseguire con l’addestramento, oppure rinunciare con tranquillità, in quanto si prende consapevolezza che si hanno dei limiti alla pratica di questa attività.

 

I commenti sono chiusi.